sabato 26 novembre 2011

La zona morta - Stephen King

Recensione

Questo è il primo libro di Stephen King che leggo, ma non l’ho scelto per caso, ho deciso di leggerlo dopo aver visto la trasposizione cinematografica di David Cronenberg con Christopher Walken, un film che mi è rimasto nel cuore per l’emozioni che mi ha suscitato.

“La zona morta” racconta la storia di Johnny Smith, un ragazzo che ha tutto dalla vita, un bel lavoro, genitori attenti e affettuosi e una ragazza che adora, ma il destino ha scelto per lui una strada piena di sofferenza e dolore, infatti dopo una serata con la sua fidanzata, Sarah, Johnny viene coinvolto in un incidente d’auto ed entra in coma.La madre non riesce a sopportare la sua condizione e diventa una fanatica religiosa che la porta quasi alla pazzia, e Sarah, dopo due anni d’attesa, si sposa con un avvocato, ma il ricordo di Johnny è sempre presente nella sua mente e inizia un rapporto epistolare con il padre del ragazzo.
Johnny si risveglia dopo quattro anni e mezzo e scopre che la sua vita è distrutta, fisicamente (non può camminare) ed emotivamente (la malattia della madre e il matrimonio di Sarah sono un duro colpo per lui), non solo, ma possiede un misterioso potere che gli consente di predire il futuro (o vedere il passato) di tutte le persone con cui entra in contatto fisico, un dono e una maledizione allo stesso tempo…
La zona morta del titolo è una parte del cervello di Johnny, che si è deteriorata dopo il coma e gli impedisce di ricordare determinate cose o eventi (del suo passato e della vita degli altri).

Questa è una storia intrigante e inquietante, dove un uomo comune è costretto ad affrontare un potere più grande di lui che lo porterà alla solitudine e all’isolamento totale.
Johnny era un ragazzo allegro e spensierato che conquistava tutti con le sue battute e il suo sorriso, dopo l’incidente diventerà solo l’ombra di se stesso e non potrà contare sugli affetti stabili che lo circondavano, i genitori e la fidanzata, ma dovrà lottare con le sue forze per tornare a vivere.
E’ un personaggio straordinario perché combatte i suoi demoni per fare la cosa giusta, ma qual è la cosa giusta?
Non voglio andare oltre con la storia perché è un romanzo da scoprire, ma vi posso dire che Johnny dovrà affrontare una scelta terribile e non sarà facile per lui, come per chiunque altro al suo posto.
(ho tifato per lui dalla prima all’ultima riga).
King è un narratore incredibile riesce a renderti partecipe della storia e descrive ogni personaggio come se fosse reale, non solo Johnny ma tutti quelli che lo circondano, anche i personaggi secondari e negativi.
E’ un romanzo che fa riflettere su tanti aspetti della vita di una persona, dalle scelte che possono condizionare la vita degli altri e dal destino ineluttabile a cui non si può sfuggire.

Sono contenta di averlo letto.

Titolo: La zona morta
Autore: Stephen King
Editore: Sperling & Kupfer
Collana: Super bestseller
Data di Pubblicazione: 2010
ISBN: 8860616158
ISBN-13: 9788860616159
Prezzo: €. 10,90

3 commenti:

  1. ...io ancora non ho letto nulla di King... dici che sono l'unica? dovrò rimediare!

    RispondiElimina
  2. penso di si, ma sono quasi nella tua stessa condizione visto che ho letto solo questo romanzo :-)

    RispondiElimina
  3. Consiglio vivamente 22-11-63, il migliore...

    RispondiElimina